ACTA APOSTATICAE SEDIS : come, cambiando un po' qua e un po' la, si può cambiare tutto...

giovedì 15 giugno 2017

"Il Vaticano, è mio, mio!"

Il Vaticano inizia l’attacco contro gli Araldi del Vangelo




Su “Vatican Insider”, un portavoce non ufficiale di Papa Francesco, Andrea Tornielli attacca pesantemente l'associazione cattolica Araldi del Vangelo, presumibilmente per giustificare una imminente repressione di Bergoglio contro il gruppo.

Tornielli afferma che gli Araldi coltivano un «culto segreto» a una Trinità composta dal fondatore della Società brasiliana per la Difesa della Tradizione, della Famiglia e della Proprietà (TFP), Plinio Correa de Oliveira (+1995), la sua madre Donna Lucilia, e il fondatore degli Araldi, padre João Scognamiglio Clá Días (77anni).

Egli pubblica un lungo video che mostra padre Scognamiglio, visibilmente malato, non in grado di usare la mano destra, circondato da un gruppo di sacerdoti mentre uno di loro, in piedi accanto a Clà, legge da un protocollo di esorcismo un dialogo tra un sacerdote e un demone.

Tornielli lamenta che questo protocollo sia letto "senza obiezioni" da parte dei presenti, ma dal video non c'è alcuna indicazione che padre Scognamiglio sia d'accordo con il demone.

A un certo punto il demone dice: "Il Vaticano, è mio, mio! [Il Papa] ha fatto tutto quello che volevo, è uno stupido!".

O "Mi obbedisce in tutto". "Mi serve." Tornielli cerca di demonizzare la reazione rilassata dei presenti. Il demone poi dice che "il prossimo papa sarà buono", identificando il cardinale Franc Rodé (82) come successore di Francesco.

Tornielli è un amico personale di papa Francesco e molto spesso i due si incontrano.

Il "magistero" di Francesco è in netto contrasto con la dottrina cattoliche degli Araldi del Vangelo.

VEDI
www.lastampa.it/…/pagina.html

ARALDI DEL VANGELO. STILUM CURIAE OSPITA ALCUNE RIFLESSIONI SU DI LORO.                  

Oggi Stilum Curiae offre uno spazio di commento a un ospite su un argomento particolare e specifico: gli Araldi del Vangelo, l’associazione di origine brasiliana nei cui confronti sta per partire una visita apostolica da parte della Congregazione per il Religiosi. La prima notizia è uscita su la Nuova Bussola Quotidiana, e poi c’è stata una precisazione di probabile fonte vaticana QUI. Ne parla oggi sotto pseudonimo una persona che conosce bene la situazione degli Araldi. Per sapere chi è l’Abate Faria, ci affidiamo a Wikipedia…
Seguiamo con interesse i recenti sviluppi che coinvolgono gli Araldi del Vangelo, istituto religioso di diritto pontificio che si ispira agli insegnamenti del pensatore brasiliano Plinio Correa de Oliveira. Questi avvenimenti ci fanno sorgere dei pensieri:
a) se i video sono veri, e non abbiamo al momento elementi per dubitarne, certamente ci sono deviazioni dottrinali ed esagerazioni inaccettabili. Ci rallegriamo per la preoccupazione del Vaticano per l’integrità della dottrina cattolica. Speriamo veder applicato lo stesso rigore ad altre congregazioni religiose e alla loro leadership, visto che recentemente è stata messa in dubbio da alcuni l’affidabilità dei vangeli perché “non sappiamo veramente cosa Gesù ha detto”. Allora di che stiamo parlando?
b) lo stesso rigore dovrebbe essere applicato nella investigazione sulla gestione dei beni delle congregazioni religiose, oramai trasformate in alcuni casi in catene alberghiere piuttosto che in istituti di vita religiosa. Quando il Papa chiede di accogliere, perché non da un buon esempio imponendo alle migliaia di strutture religiose trasformate in alberghi di congedare gli ospiti che pagano un lauto prezzo per una camera, ed ospitare gratuitamente i bisognosi e i senzatetto? E che dire delle decine e decine di scandali finanziari che hanno travagliato congregazioni religiose di lunga storia e tradizione? Ad un’indagine rigorosa, chi si salverebbe?
c) La storia degli Araldi del Vangelo ha le sue complessità, intrecciata com’è a quella della TFP. Se ci sono state deviazioni, vanno sanzionate (si spera con vera giustizia, non giustizia dettata da altri interessi). Ma non si coinvolga il pensatore Plinio Correa de Oliveira, che ha avuto intuizioni importanti nel comprendere una certa evoluzione del mondo cattolico. Tutte quelle deviazioni e culti della personalità denunciati nell’ambito dell’indagine sugli Araldi, li aveva sempre respinti.
d) persone addentro alla cosa, ci dicono che molti fedeli si sono riavvicinati alla Chiesa e ad una sana dottrina cattolica grazie all’opera degli Araldi del Vangelo. Dovranno assistere queste persone al loro sistematico smembramento come è accaduto ad altre fiorenti congregazioni religiose prima di loro?
In definitiva, cui prodest? Ai posteri l’ardua sentenza.
Abate Faria
MARCO TOSATTI       

3 commenti:

  1. Senza sapere nulla per parte mia su questo ordine, dal video si ricava che il padre Scognamiglio - descritto da Tornielli come 'visibilmente malato' (Tornielli lo deduce dagli esiti della paresi?) e 'non in grado di usare la mano destra' (T. ne trae la conclusione che ne derivi un'invalidità totale?) - sia in sé e capace di intendere, di volere e di farsi valere.

    Quanto all'imminente probabile commissariamento di questo ordine, l'atto sarà legittimo se i suoi componenti hanno deragliato.
    Ma, visti i precedenti assai pesanti agiti verso altri ordini, temo parecchio che andrà in scena un altro commissariamento-farsa, dalle motivazioni fantasmatiche, giusto per affondare le grinfie anche su di essi (e verosimilmente sul loro patrimonio).

    RispondiElimina
  2. Gli Araldi rispondono a Tornielli…
    http://it.arautos.org/view/show/87963-qual-e-l-intento-del-sig-andrea-tornielli-nellattaccare-gli-araldi-del-vangelo-creare-uno-scisma-nella-chiesa-

    RispondiElimina
  3. Ufficio TFP risponde gli amalagame:
    http://www.lastampa.it/2017/06/15/vaticaninsider/ita/news/la-tfp-originaria-e-gli-araldi-del-vangelo-sono-due-istituzioni-completamente-diverse-F9lJd7rBFaD9vdRtEAuAGJ/pagina.html

    RispondiElimina